Poltrone design, ecco le poltrone moderne più amate

Eleonora

Dopo aver aggiustato e arredato casa, ora occorre qualche componente d’arredo che la rende unica e bella. Ad ad esempio potreste scegliere essere una poltrona design tra le tante che vi proponiamo.

Poltrone design, ecco le poltrone moderne più amate

Scegliere di arredare il proprio appartamento affidandosi a proposte di design è una soluzione ormai largamente diffusa.

A tal proposito, per rendere un ambiente elegante, stiloso e moderno, è necessario assecondare la tendenza del momento senza dimenticare però il guizzo originale e l’estro personale. Le poltrone design hanno la capacità di rendere un ambiente completo e confortevole. In commercio è possibile vagliare una copiosa scelta di poltrone ma è importante non dimenticare mai lo stile da seguire, lo spazio a disposizione, e la possibilità economica. Qui di seguito un esaustivo excursus attraverso le soluzioni moderne più amate.

Dove mettere una poltrona di design

Abbondanti, snelle, larghe, lunghe e strette. La poltrona moderna ha la capacità di impreziosire ogni ambiente e diventare una componente fondamentale all’interno dell’arredamento. In commercio ne esistono diverse ma l’interrogativo è sempre lo stesso: dove mettere una poltrona di design?

Questa può dare calore all’interno di un salotto, di una living room, di uno studio o ancora impreziosire un angolo della camera da letto. Il living è sicuramente il regno della casa e la zona nella quale una poltrona di design padroneggia senza rivali.

Scegliere dove mettere una poltrona implica innanzitutto uno studio dello spazio a disposizione, se non vi sono pilastri centrali o tagli netti all’interno della stanza, la situazione è decisamente più semplice. Caso contrario è sempre utile affidarsi a un esperto che individui il giusto modo per avvalorare la poltrona di design e l’ambiente che va a riempire.

Ogni stile però è dedicato ad uno scenario particolare della casa e ad ogni poltrona di design è destinato un ruolo preciso, prestando attenzione anche agli oggetti circostanti. Parola di esperti!

Come completare l’arredo con una poltrona moderna

Scegliere di completare l’arredo domestico con una poltrona moderna può sembrare un gioco da ragazzi. In realtà dietro la scelta della poltrona da acquistare vi è un lungo studio che non va sottovalutato.

In genere la poltrona regna sovrana in salotto, il cuore pulsante di ogni casa. Si tratta, infatti, della stanza maggiormente utilizzata e richiede non solo lo studio degli spazi e l’incastro perfetto con gli altri elementi ma anche una scelta minuziosa in colori e tessuti. A ogni stile poi è da abbinare un arredamento specifico.

Confort Choice Poltrona di Design Caracas (la più confortevole)

Analizzando le poltrone moderne maggiormente amate salta subito all’occhio l’idea di una seduta non proprio adatta ai comfort quotidiani. Per chi ama lo stile moderno e ricercato ma non ha intenzione di rinunciare a poltrone comode e adatte anche ai pisolini pomeridiani in totale relax, la scelta ricade sulla Comfort Choice di Design Caracas.

La versione relax delle poltrone è tutta sintetizzata in questo design accogliente. Il rivestimento imbottito e il poggiatesta garantiscono una seduta funzionale. Spesso corredata anche dall’elemento mobile delle gambe. La struttura di questa poltrona è in legno con monta meccaniche di metallo che rendono la seduta resistente. Si tratta di una poltrona inadatta a tutti gli ambienti.

A differenza delle altre poltrone di design il regno nel quale sovrasta è sicuramente il soggiorno. Le dimensioni non sono snelle quindi è bene non eccedere col mobilio circostante e coi colori. Adatta alla tv e alla libreria, la poltrona di Design Caracas rende immediata l’accoglienza di un ambiente. Spesso abbinata ad un’altra poltrona o angolare con un divano, è inadatta a padroneggiare da sola in una stanza.

Poltrone design Piccinni (ecopelle economica)

Tra le proposte moderne più in voga, troviamo senza alcun dubbio la poltrona Piccinni in ecopelle. Il modello a pozzetto rappresenta un modello classico e largamente utilizzato. Si tratta un pezzo unico a forma semicircolare, quasi sempre a tinta unita. Apprezzate per la struttura di cui sono dotate, queste poltrone presentano la struttura in legno e costituiscono quindi una soluzione resistente e destinata a durare nel tempo.

Sebbene la struttura in legno possa far pensare ad una poltrona non propriamente comoda, è necessario aggiungere che questa è abbondantemente imbottita e quindi si presta ad uno straordinario comfort. L’estetica è poi abbinata al fatto che la Piccinni è economica rispetto ad altre poltrone di design più impegnative.

L’eco-pelle è inoltre facile da smacchiare e si adatta quindi anche alle famiglie numerose con presenza di cani e bambini. Lo stile moderno e lineare rendono la poltrona Piccinni in ecopelle la scelta migliore per uno studio o una living room con angolo studio. Questa poltrona rende immediatamente l’arredamento austero e scevro da tutti i fronzoli. Sono perfetti in coppia, soprattutto se angolari e impreziositi magari da una lampada da terra di design.

Poltrone di design parabolica in velluto

Per delineare uno stile futuristico e riservare alla casa un guizzo moderno, la parabolica in velluto si profila come la scelta maggiormente accreditata. Si tratta di una poltrona dallo stile minimal che presenta una seduta inusuale. Questa è infatti di forma conica o parabolica, come si evince dal nome, e la caratteristica fondamentale è il gioco di simmetrie e di contrasti che comporta. I piedi sono in metallo trapezoidali che si incrociano alla base e sottolineano il contrasto con la seduta abbondante.

Si tratta di una poltrona il cui effetto visivo gioca un ruolo chiave all’interno dell’arredamento e, sebbene sia comoda, non è la classica poltrona sulla quale spaparanzarsi senza pietà. Si tratta invece di una scelta arguta di stile e colori e spesso regna incontrastata in un angolo della casa senza alcun elemento aggiunto.

La parabolica in velluto ha infatti il potere di completare e impreziosire anche in solitaria. Il tessuto in velluto garantisce una riuscita chic ma è proprio a questo che bisogna destinare tutte le attenzioni: sia in termini di cura della seduta sia in termini di arredo. Il velluto infatti richiede una serie di accorgimenti dai quali non bisogna esimersi.

Primo tra tutti è importante non eccedere con le tinte, la parabolica in velluto già da sé richiama uno stile minimal e il tessuto ne rimarca la necessità. Quindi poche tinte è la regola iniziale per arredare al meglio. Sebbene il velluto si presti a tutte le stanze, è indicato relegarlo in camera da letto o in salotto, è qui che la parabolica può dare il meglio di sè. E’ severamente vietato inserire la seduta su una moquette ed eccedere col mobilio.

Poltrone di design Fashion Commerce (vintage in lino)

Una poltrona di design non è necessariamente un accessorio ultra moderno, anzi, spesso è un articolo vintage le cui caratteristiche rimarcano una sfumatura futuristica senza però perdere i tratti originali.

È il caso della poltrona di design Fashion Commerce, meglio nota come vintage in lino. Questa poltrona, che rende divinamente nel diffuso colore blue grey, è una scelta indicata per gli amanti del retrò a cui lo stile piace tanto ma non tanto da eccedere col moderno. Si tratta di una poltrona dalla seduta alta e abbondante, imbottita in gommapiuma, con schienale non troppo basso e arrotondato e i tradizionali braccioli imbottiti. Spesso corredata da impunture con bottoni o borchie e dai caratteristici piedi in legno scuro che ne rimarcano la natura vintage.

Questa poltrona straordinariamente comoda e d’effetto abbraccia lo stile urban, industrial o shabby chic.  Ma è largamente diffuso il suo utilizzo non solo in appartamento ma anche all’interno degli hair saloon ma anche dai ristoranti. Perfetta per lo studio e per gli angoli della camera da letto questa poltrona è un giusto compromesso tra passato e futuro.

Spesso la si trova in colori a tinta unita ma è svettata in classifica la scelta della poltrona vintage in lino effetto patchwork ma in tal caso è bene rivolgersi agli esperti perché da stile a errore madornale il passo è breve.

Poltrone design a conchiglia

Per gli inguaribili ricercatori di stile, compiti, eleganti e vamp, non può mancare la poltrona di design a conchiglia. Si tratta di una soluzione adatta a chi garbatamente vuole sottolineare uno stile glam e shabby chic. Lo stile non è propriamente contenuto ma eccentrico e di classe. Questo perché ha uno schienale a forma di conchiglia vistoso ma mai inelegante. La struttura della poltrona è in ferro, i piedi in metallo e il tessuto in velluto. É adatto a camere da letto o soggiorni dai colori tenui e pastello e infatti la poltrona a conchiglia rende il meglio di sé in rosa antico o blu petrolio. É perfetta per leggere una rivista in armonia o sorseggiare del tè, non rappresenta certo una poltrona per appisolarsi il pomeriggio. Si colloca perfettamente sia in soggiorno, sia in salotto, sia in camera da letto. Inadatta invece per gli studi o quegli ambienti troppo rigidi e formali, la poltrona a conchiglia rimarca uno stile dolce e romantico, oltre che glam. Gli esperti consigliano di collocarla con complementi d’arredo en pendent e con l’ausilio di pareti chiare.

Poltrone di design stile nordico

Per chi predilige l’ordine, la cura nei dettagli, il bianco e l’armonia, allora la soluzione è fornita dallo stile nordico o scandinavo la cui caratteristica fondamentale si può sintetizzare in linee asciutte ed eleganti.

Le poltrone appartenenti a questo stile prediligono un ambiente dall’arredo minimal, ordinato e chic ma mai freddo e banale. La cura dei dettagli è fondamentale e l’ambiente dovrà sempre garantire al risultato finale una certa eleganza.

Le poltrone di design appartenenti a questo stile sono molto sintetiche: in genere con telaio a vista corredato solo da due cuscini per la seduta e lo schienale. Il fatto che siano costituite da linee così asciutte garantisce loro una certa versatilità. Sono infatti poco ingombranti e facili da abbinare. Si accostano perfettamente allo stile scandinavo chiaro e lineare ma ne esistono in commercio anche alcune di colore scuro, che possono risultare smorte e spente. Basterà però inserirle in un contesto adatto, come di fianco a un camino o ad un pianoforte, per ravvivarne l’effetto finale.

LASCIA UN COMMENTO »