Pouf, idee e consigli di arredo

Monica

Di pouf ce ne sono veramente tanti e differiscono per colori, modelli e materiali. Per ogni stanza esiste il giusto pouf che oltre ad arredare, aiuta a tenere tutto in ordine.

Pouf, idee e consigli di arredo

I pouf sono sempre comodissimi e un’ottima soluzione nel caso si volesse ottenere da loro funzionalità in particolare. Comodi e piccoli, inoltre, non occupano tantissimo spazio. Certo è che il loro mondo è vasto e orientarsi non è facilissimo, ecco che ci sono qui io per fare un po’ di chiarezza.

Dove mettere il pouf

Il pouf è veramente un complemento d’arredo molto versatile, è possibile infatti posizionarlo ovunque e arricchire ogni stanza. Dal soggiorno alla camera da letto, dalla cucina alla terrazza, il pouf non è mai fuori luogo, basta semplicemente capire quale pouf  è ideale per quella stanza e come posizionarlo.

Pouf per soggiorno

Colorati e per lo più rigidi e ben formati si accompagnano in modo armonioso al divano e diventano un altro ottimo complemento d’arredo per rilassarsi. L’importante è che siano strutturati e che sappiano distinguersi, sia con una forma un po’ più particolare che con i colori, tutto è lecito. Ovviamente non dimenticare che il pouf deve essere anche funzionale.

Pouf per camera da letto

Non esiste pouf più funzionale di quello che si mette in camera da letto. Qualsiasi pouf venga scelto deve avere la funzione di contenitore, quindi sono da preferire quelli che si aprono, magari di forma rettangolare o cilindrica. Ovviamente tutto si deve amalgamare all’arredamento,quindi confonderlo con esso, magari attraverso lo stile o varie colorazioni.

Pouf per cameretta

Anche qui il pouf deve avere una funzione, quindi può benissimo essere un contenitore o una sedia. Ciò che però deve avere particolare importanza nell’acquisto di questo articolo è la scelta della colorazione e della forma stessa. Ricorda, infatti, che questo tipo di pouf è principalmente destinato ai bambini, quindi si dovranno scegliere colorazioni accese e forme stravaganti e giocose.

Per esempio il pouf può avere la forma di un animale ed essere così accattivante per chi abita la cameretta.

Pouf per cucina

Se già è normale usare il pouf come complemento d’arredo per la cameretta o la camera da letto, usarlo per la cucina è abbastanza stravagante. In ogni caso, osare non fa mai male e anche in questo caso il pouf può tornare utile. Quest’ultimo, infatti, può fungere piccolo tavolino per un veloce aperitivo o ancora da sedia. Ecco quindi che sarà opportuno scegliere un pouf  alto, magari con una base larga e preferibilmente piatta, anche qui deve essere ben strutturato e rigido. Si dovrà optare, infine, per un colore abbastanza neutro, sempre però rispettando le tonalità della cucina.

Pouf per una terrazza e veranda

Anche in questo caso il pouf farà da seduta, ma in contesti diversi rispetto a quelli sopra citati. In questo caso il pouf sarà compreso in contesti più rilassati e conviviali, quindi se ne dovrà prediligere uno bello morbido, ampio, che abbracci tutto il corpo e ti faccia vivere momenti magici con gli amici.

Pouf per bagno

Non capita a tutti di vedere un pouf nel bagno, ma questo può essere fantastico per appoggiarci sopra candele, piante o altri prodotti profumati  che fa sempre piacere avere in questo angolo della casa. Per ovvie ragioni anche in questo caso è preferibile un pouf  rigido.

Vari tipi di pouf

Di pouf ne esistono veramente tanti, quindi è giunto il momento di fare un po’ di ordine. Tutti i pouf si ordinano in base a tre categorie: forma, tessuto, funzionalità. Ci sono ben 5 tipi di forme: rettangolare, quindi più stabili; rotonda, sia morbidi che no; a pera; a piramide o anche libera.

Anche per quanto riguarda la scelta dei materiali vi è un’ampia scelta, i puof possono essere di lana come in tela olona, ma anche in vini (meglio per l’esterno), in maglia e per i più raffinati in pelle o in cuoio. Infine, i puof possono avere una moltitudine di funzionalità, possono essere da seduta, appoggia piedi o tavolino centrale.

LASCIA UN COMMENTO »